Se dovessi racccontare una storia del tutto italiana e volessi raccontarvela attraverso gli occhi di un evento e di un aziende. L’evento è Cheese 13 e l’azienda la Ferrari Formaggi.
Per me Cheese incomincia dal racconto di un formaggiaio che possiede una cultura eccezionale sul tema e lui c’era quel lontano giorno in cui Cheese ha preso vita. Era il 1997.
Cheese è arrivata all’ottava edizione ed è capace, ancora una volta, di stupire e far stupire.
Non mi sarei mai aspettata di trovare delle persone che dedicano totalmente la loro vita per produrre prodotti di eccellenza mondiale, ma rimanendo di un’umiltà che solo a sentire il loro tono di voce, mette tranquillità. L’esser foodblogger vuol dire anche questo…conoscere e innamorarsi di un’azienda.
Così arrivo a Cheese 2013 come assaggiatrice di un nuovo prodotto dell’azienda Ferrari.
Grazie all’invito che la Ferrari Formaggi, nella persona di Mariachiara Monterra, mi ha fatto pervenire.
L’accoglienza riservata a noi foodblogger è stata davvero quella delle grande occasioni.
L’azienda di Lodi ha fatto assaggiare il suo nuovo prodotto in modo da farci entrare in una realtà di chi tiene davvero le mani in pasta e che conosce tutti i pregi e i difetti di quello che sta per creare e introdurre sul mercato. La famiglia Ferrari è da considerarsi un’azienda d’eccellenza in Italia, con un volume di lavorazione di latte di 60.000 q.
Il Parmigiano Reggiano che abbiamo assaggiato è un prodotto di altissima qualità. Prodotto e stagionato nello stabilimento di Bedonia, ad una altitudine di 700 m sopra il livello del mare, può fregiarsi del titolo di “prodotto di montagna”.
Al momento del taglio si vedeva l’entusiamo e la preoccupazione negli occhi dei dipendenti e della stessa famiglia Ferrari. Era palpabile la consapevolezza di aver creato un prodotto di eccellenza, attraverso il duro sacrificio e la grande passione per il formaggio. Lo si leggeva negli occhi.
All’apertura della forma c’è stato un grande applauso ed un unico profumo ha invaso le narici e le papille gustative dei partecipanti all’evento.